Processo Mensalao in Brasile, la suprema corte conferma il carcere

Finiranno in prigione gli imputati coinvolti nello scandalo del Mensalao (tangente mensile). Questa la decisione della Corte Suprema del Brasile, che ha confermato la pena di detenzione per più di venti persone, implicate in un sistema di corruzione teso a favorire l’amministrazione dell’ex presidente Lula.

 I condannati sono più di venti, fra politici, banchieri e imprenditori, in passato membri dell’opposizione parlamentare all’esecutivo del partito dei lavoratori di Lula. Secondo gli inquirenti infatti, avrebbero ottenuto delle tangenti e altri benefici per appoggiare il governo in votazioni cruciali.

 Condannati anche uomini vicini a Lula, come il suo ex capo dello staff, Jose Dirceu, che dovrà scontare 10 anni e 10 mesi di galera. In cella anche l’ex presidente del partito dei lavoratori, Jose Genoino e l’ex tesoriere, Delubio Soares.

 Lo scandalo era emerso nel 2005 mentre le sentenze erano state comminate da un tribunale brasiliano nel 2012. Lula non è rimasto implicato nel caso.

Facebook
Twitter
More...

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s